SLT | Sport Latina | Us Latina Calcio | Serie B | Top Volley | Latina Basket | Latina Calcio a 5 & more...

A+ A A-

Dubbi e intrighi sul Girone Ovest per la Benacquista

Mancano pochi giorni all'inizio del campionato di Serie A2. Qui di seguito vi offriamo una panoramica sul Girone Ovest a cura di Luigi Serecchia. Nei prossimi due giorni, un focus sulla Latina Basket - diviso in due parti - a cura di Riccardo De Angelis.

 

 

A meno di una settimana dall'esordio della nuova stagione 2016/17 per la Serie A2, targata ancora Citroen, sono terminate le amichevoli precampionato di tutte le partecipanti alla seconda lega nazionale. Un mese che ha dato indicazioni più interne ai team rispetto a quanto visto esternamente, dato che il vero primo banco di prova è stato il weekend di Supercoppa di A2 che ha coinvolto Treviso, Mantova, Scafati e Fortitudo Bologna, con gli ultimi vincitori del trofeo in finale coi campani.

Latina ha concluso la sua serie di amichevoli e tornei che sono serviti a integrare i nuovi giocatori e capire l'incidenza della panchina. Scontato dire giovane, visto che a roster presenta 3 senior su 5 che erano under, la guardia USA DeShields matricola per l'Europa, dopo aver terminato il college e l'ala forte Arledge che ha appena disputato il campionato di A in Svizzera (terra di conquista dopo Stanback la scorsa stagione) dopo aver terminato la carriera universitaria. I più anziani e attesi, Rullo e Poletti, hanno 26 e 28 anni. Insomma: se sei trentenne, non puoi giocare a Latina.

Eufemismi a parte, se da un lato la gioventù dà quel ritmo in più e crea una maggiore compattezza nel gruppo, un barlume di esperienza può servire in un girone decisamente meno competitivo, in assoluto, rispetto quello dell'Est, dove almeno 5-6 squadre hanno roster che puntano all'unica promozione al piano superiore, ma equilibrato nelle zone medio-basse, ovvero dalla 4a-5a posizione alla 15sima, possono scorrere poche sconfitte per precipitare o salire, un po' come successe al termine della scorsa stagione.

Il precampionato ha dato indicazioni relative, visti gli infortuni ed esperimenti vari. Bando alle sorprese, le più accreditate a giocarsi la prima posizione, Ferentino e Trapani, hanno disputato gare deludenti, vuoi proprio per defezioni, ma vedendo i loro roster sembrano le più forti del girone, anche se Scafati, ha fatto tutto il contrario che doveva accadere. Lo scotto della sconfitta casalinga in semifinale scudetto nella gara decisiva contro Brescia aveva indotto il presidente a vendere il titolo, per poi mantenere tutto al momento in cui sembrava destinato a Bergamo, per costruire una squadra di media classifica, per poi ribaltare tutto proprio all'ultima gara precampionato, inducendo Zanchi alle dimissioni per far posto all'esperto Zare Markovski, fermo da due anni, cambiando il roster, con la sostituzione di uno dei due americani con un israeliano di buona esperienza. Con queste mosse Scafati si inserisce di prepotenza a ripetere quanto di buono fatto l'altra annata, dopo aver appena conquistato la finale di Supercoppa di Lega, battendo Treviso senza il nuovo innesto. Oltretutto aveva già un roster ottimo, per il primo posto nel girone è sicuramente tra le tre accreditate. Sempre salvo sorprese.

Nella zona playoff le piemontesi Biella e Tortona hanno fatto buone cose in queste gare, oltre a Casale Monferrato che presenterà due americani esordienti che hanno già fatto vedere buone cose, oltre a un gruppo di italiani consolidato e l'esperienza pluriennale del tiratore Blizzard. Agrigento ha già fatto vedere quanto sia assemblata, vincendo gare importanti come contro Trapani, dimostrando di non esser così lontano dalle prime tre posizioni. Interessanti e divertenti, in diverso modo le due esordienti di questo girone, le lombarde Treviglio e Legnano. La prima, con una politica consolidata di svezzare i giovani più interessanti, puntando su comunitari, potrebbe essere la sorpresa positiva di questo girone, dopo esserlo già stata nell'altro, mentre Legnano sembra più una succursale della Benacquista che fu. Coach Ferrari, mai capito nell'ambiente pontino, porterà quell'entusiasmo, assieme a Ihedioha e Mosley che tanto hanno raccolto qui a Latina, in fatto di difesa, atletismo e con Willy, schiacciate spettacolari.

Un'altra sorpresa potrebbe essere Reggio Calabria. Dopo l'esperienza negativa di avere tanti over 30, Coach Paternoster tenta di ripetere il successo avuto ad Agropoli, con giovani interessanti, tra i quali il debuttante Caroti e le certezze dei due stranieri Radic, centro anche nei radar di Latina, Legion, già capocannoniere a Trapani e l'ex Treviso Fabi.

Siena appare rimaneggiata, dopo le vicissitudine societarie, ma sembra avere una squadra in grado di poter stare a galla tra la zona franca e i playoff. Delle squadre del Lazio, ben 5 in questa stagione, nella scala dei valori, oltre alla già citata Ferentino, in livello decrescente la Virtus Roma che ha sicuramente un roster con meno leader interni e l'allenatore Corbani tra i migliori della lega. I playout dovrebbero essere un fantasma, così come l'altra ospite del PalaTiziano, la neopromossa Eurobasket, forte di sponsor importanti, ha un team esperto che sicuramente dovrà lottare per evitare i posti “grigi” dei playout. Righetti, Deloach e Malaventura hanno esperienza, ma il centro più atletico e verticale, Tony Easley sarà prezioso in molte vittorie.

A braccetto Latina e Rieti. I sabini hanno fatto un'ottima molto bene nella scorsa stagione, con il materiale che avevano, evitando i playout. Ci riprovano anche quest'anno. La conferma dell'esterno Pepper garantirà sostanza offensiva, Chillo e Casini daranno impatto difensivo, tutto da scoprire Sims e l'impatto della panchina, con Di Prampero che bene ha fatto proprio in quell'Agropoli che ha costruito l'asse USA in questi giorni, con l'innesto di un ex capocannoniere di tre anni fa in A, Taylor. Non basta per evitare i playout, ma fin qui anche senza di lui, con l'ex guardia di Treviglio Turel hanno ottenuto buoni risultati.

Per caso manca una squadra del Lazio? No, è stata volutamente tralasciata, nel computo degli obiettivi, la Benacquista Latina. Detto che è una squadra giovane, guardando il roster vi sono tanti dubbi. I 15 team che affronterà sono attrezzati e hanno profondità nel roster, quella che manca a Latina e che può sopperire se interviene al mercato di riparazione.

Rullo, sul quale si poggia l'asse offensivo, ha saltato tutto il precampionato e il suo stato di forma sarà fondamentale per le prime cinque delicatissime gare. Senza di lui a Siena vincere sarà difficilissimo, viste le già corte rotazioni. Altro punto interrogativo Arledge. Sottotono in molte gare disputate, sembra avere dei mezzi interessanti, visti a sprazzi. Serve di più, per poter evitare quello che da pronostico oggi viene dato a Latina. L'ultimo posto della retrocessione diretta. A questo punto l'obiettivo i playout col vantaggio casa. I tifosi e il supporto social non manca. Manca forse qualcosa di più sostanzioso che possa dare una sicurezza per poter garantire un rendimento in questa serie, dove la stagione successiva ci saranno, probabilmente 4 promozioni, in virtù di una riforma sostanziale. In quel caso si dovrebbe investire. Prima però bisogna restarci.

Torna in alto

Entra or Registrati

Hai un profilo Facebook?

Usa il tuo account Facebook per entrare in SportLatina.

fb iconEntra con Facebook

ENTRA