Ronaldinho, show a footvolley in carcere

Lo scorso 21 marzo ha festeggiato i suoi 40 anni, compleanno non convenzionale per chi in campo era abituato a strabiliare. A suo modo, tuttavia, Ronaldinho riesce a prendersi la scena anche in carcere dove si trova da inizio marzo: come noto, il motivo è dettato dal possesso di passaporti falsi al suo arrivo ad Asuncion, in Paraguay, dove era giunto insieme al fratello e procuratore Roberto Assis per presentare il suo libro “Genius of Life” e partecipare ad iniziative benefiche. Arrestato due volte in 48 ore e recluso nella Agrupación Especializada de la Policía Nacional, l’ex campione di Milan e Barcellona ha già dato spettacolo partecipando al torneo di calcetto tra detenuti: 11-2 la vittoria della sua squadra, partecipazione garantita da un paio di scarpe prestate da un poliziotto. Ma non sono finite le magie di Dinho in carcere.

Ronaldinho si diverte così in prigione

Se un amico ha riferito di averlo trovato “triste e provato” per la vicenda che l’ha coinvolto, il fuoriclasse brasiliano sta trovando conforto con l’amato pallone. E dopo lo show nel torneo di calcetto, Ronaldinho è stato immortalato mentre gioca a footvolley insieme ad altri carcerati. La classe è rimasta intatta, tecnica superlativa che abbiamo avuto modo di apprezzare durante la sua carriera. Magari non sarà il Camp Nou o San Siro, ma il tocco del brasiliano è rimasto lo stesso per la gioia di chi divide il campo con lui.

Fonte: Sky Sport – Sky.it

Autore dell'articolo: adminus