Il lockdown, l’impegno per il Black Lives Matter

Un “tutorial” speciale, Mondiale: è il 16 marzo quando Lewis Hamilton lancia un messaggio sui social per combattere l’emergenza Covid-19 e spiega in un video che accortezze usare per difendersi dall’epidemia. “So che il Coronavirus può innervosire – scriveva sul suo account Instagram il sei volte campione del mondo di F1 della Mercedes – ma voglio rassicurare tutti voi a mantenere la calma e prendervi cura delle persone che hanno bisogno di aiuto. Il lavaggio delle mani è la cosa più importante che possiamo fare per proteggere noi stessi e gli altri”.

Un paio di settimane più tardi – il 29 marzo – condivide un post più “spirituale”. “Spero e prego che in questo momento difficile siate al sicuro a casa con le vostre famiglie o dove vi sentite più protetti. Sto impiegando questo tempo a lavorare su me stesso, fisicamente ma anche emotivamente. La tensione mentale che questa situazione sta mettendo a nudo può essere intensa, ma sappiate che non siete soli. Godiamoci ciò che abbiamo e le persone che amiamo. Sappiate che sono grato per il vostro supporto e amore, sempre”. (Foto Instagram @lewishamilton)

Il 9 aprile il pensiero di Lewis è rivolto a medici e infermieri, come una sua fan, che da un ospedale inglese invita a non arrendersi. “Se è un periodo difficile per tutti – le parole di Hamilton – lo è ancora di più per chi lavora in prima linea contro il virus. Non finiremo mai di ringraziarvi, siete voi i veri eroi. Non rinunciamo mai a prenderci cura e aiutare chi ne ha più bisogno”. (Foto Instagram @lewishamilton)

Fonte: Sky Sport – Sky.it

Autore dell'articolo: adminus