Volley, Superlega Perugia e Civitanova non sbagliano

Il big match della terza giornata di Superlega di volley vede trionfare la Lube Civitanova contro l’Itas Trentino. Netta superiorità da parte dei padroni di casa all’Eurosuole Forum dove nel pre-partita c’è anche spazio per festeggiare le gesta di Osmany Juantorena (miglior servizio) e Fefè De Giorgi (miglior allenatore) relative allo scorso campionato. Ed è proprio lo stesso Juantorena a guidare l’attacco della Lube assieme a uno straripante Leal, autore di 15 punti e della solita prestazione di sostanza. Una serata piuttosto negativa invece per Simone Giannelli, a referto con soli due punti. Brilla a intermittenza Abdel Aziz, miglior realizzatore di Trento con 16 punti, ma non basta: finisce 3-0 (25-15, 26-24, 25-18) per Civitanova che torna a convincere dopo il successo sofferto al tie-break contro Ravenna. Può sorridere anche la Sir Safety Perugia che resta in testa a punteggio pieno dopo il successo contro la Kioene Padova per 3-0 (25-18, 25-14, 25-21). Al PalaBarton, orfano di tifosi per le consuete norme anti Covid, spiccano le prove di Plotnytskyi e Leon con quest’ultimo che mette a segno 4 ace. Lascia per strada un set la NBV Verona, ma riesce ad archiviare la pratica Vero Volley Monza con lo score di 3-1 (25-21, 22-25, 25-16, 25-23).

Il club veneto comandato da Radostin Stoytchev si conferma dunque dopo la vittoria roboante ottenuta sull’Itas nello scorso turno. Colpaccio esterno per la Gas Sales Bluenergy Piacenza contro la Top Volley Cisterna grazie al punteggio di 1-3 (25-22, 21-25, 22-25, 21-25). Partenza a rilento per gli ospiti che col passare dei minuti mostrano più incisività in attacco giocando meglio i punti importanti. Latina ferma a 0 in classifica. Infine bel successo di Vibo Valentia contro l’Allianz Milano che non riesce a ripetere la vittoria nel derby su Monza: la Tonno Calippo si impone per 1-3 (19-25, 25-23, 25-27, 20-25). Domani si chiude il terzo turno di Superlega con la sfida tra Consar Ravenna e Leo Shoes Modena.

Fonte: Repubblica.it

Autore dell'articolo: adminus